Come raggiungere una migliore velocità di avvio in Ubuntu 18.04 utilizzando le funzionalità di Systemd.

Canonical ha promesso una migliore velocità di avvio in Ubuntu 18.04 utilizzando le funzionalità di Systemd.

In questo modo i colli di bottiglia saranno identificati e affrontati per avviare Bionic il più rapidamente possibile.
Systemd viene generalmente utilizzato come sistema di init, ossia il processo chiamato dal kernel Linux per inizializzare l’user space durante lo startup, nonché il padre di tutti i processi nati dopo di lui.

Va a rimpiazzare l’init “classico”, ossia quello discendente dallo Unix System V (SysVinit).

systemd-3

Uno degli obiettivi principali di systemd è unificare la configurazione base dei servizi delle principali distribuzioni.

Systemd ha generato numerose controversie tra le comunità del software libero. Le principali critiche riguardano la sua architettura, che violerebbe la filosofia Unix (do one thing and do it well) andando a creare una rete di dipendenze strette tra le sue componenti, ossia un insieme di file binari che hanno largamente superato le funzionalità di base di un init system.

systemd-4

Potete anche installare Systemd se state usando per esempio una versione precedente di Ubuntu e non avete ancora deciso di aggiorNARE IL SISTEMA.

La guida è valida solo per Ubuntu 14.10 Utopic Unicorn e derivate e versioni successive, la prima cosa da fare è installare Systemd digitando da terminale:

sudo apt-get install systemd libpam-systemd systemd-ui
una volta installato Systemd dovremo attivarlo dal bootloader Grub per farlo basta digitare da terminale:

sudo nano /etc/default/grub
modifichiamo “quiet splash” in GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT= aggiungendo “init=/lib/systemd/systemd” il risultato sarà:

GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT=”init=/lib/systemd/systemd”
e salviamo il tutto digitando ctrl + x e poi s
a questo punto aggiorniamo il bootloader GRUB digitando:

Leggi anche:  Half-Life 2 la guida completa.

sudo update-grub
e riavviamo.

Al riavvio avremo Systemd avviato.

Possiamo verificarlo digitando da terminale:

sudo journalctl -u cron

Precedente Ubuntu 18.04 punta sulla stabilità delle LTS, torna Xorg come server grafico di default. Successivo Il nuovo wallpaper di Ubuntu 18.04 LTS “Bionic Beaver”

Lascia un commento