Chromium si aggiorna: ecco la nuova versione per Ubuntu.

Chromium si aggiorna: ecco la nuova versione per Ubuntu.

L’ho provato e mi ha colpito la stabilità per essere una versione alpha. Finora nessun crash.

Chromium è un web browser open source da cui deriva Google Chrome. I browser condividono la maggior parte del codice e funzionalità, anche se ci sono alcune piccole differenze nelle caratteristiche specialmente sui termini di licenza.

Il progetto Chromium prende il nome dal cromo, il metallo di cui è fatta la cromatura. L’intenzione di Google, come espresso nella documentazione per gli sviluppatori, era che Chromium fosse il nome del progetto open-source e che il nome del prodotto finale sarebbe Chrome, tuttavia altri sviluppatori hanno preso il codice di Chromium e le versioni disChromium-15-in-Ubuntu-11.10tribuite sotto il nome di Chromium. Questi sono elencati sotto i pacchetti delle varie distribuzioni.

Uno dei principali obiettivi del progetto è di rendere Chrome un window manager a schede, o shell per il web, in contrapposizione ai tradizionali browser. L’applicazione è progettata per avere un’interfaccia utente minimalista. Gli sviluppatori affermano che “deve essere leggero (cognitivamente e fisicamente) e veloce”.

L’aggiornamento completo in dettaglio su Xubuntu rilasciato ieri sera:

CHROMIUM.
An open-source browser project that aims to build a safer, faster, and more stable way for all Internet users to experience the web.
Cambiamenti delle versioni di chromium-browser:
Versione installata: 41.0.2272.76-0ubuntu0.14.04.1.1076
Versione disponibile: 43.0.2357.81-0ubuntu0.14.04.1.1089

Versione 43.0.2357.81-0ubuntu0.14.04.1.1089:

  * Upstream release 43.0.2357.81.
– “Icons not displaying properly on Linux” (LP: #1449063)
* Upstream release 43.0.2357.65:
– CVE-2015-1252: Sandbox escape in Chrome.
– CVE-2015-1253: Cross-origin bypass in DOM.
– CVE-2015-1254: Cross-origin bypass in Editing.
– CVE-2015-1255: Use-after-free in WebAudio.
– CVE-2015-1256: Use-after-free in SVG.
– CVE-2015-1251: Use-after-free in Speech.
– CVE-2015-1257: Container-overflow in SVG.
– CVE-2015-1258: Negative-size parameter in Libvpx.
– CVE-2015-1259: Uninitialized value in PDFium.
– CVE-2015-1260: Use-after-free in WebRTC.
– CVE-2015-1261: URL bar spoofing.
– CVE-2015-1262: Uninitialized value in Blink.
– CVE-2015-1263: Insecure download of spellcheck dictionary.
– CVE-2015-1264: Cross-site scripting in bookmarks.
– CVE-2015-1265: Various fixes from internal audits, fuzzing and other
initiatives.
– Multiple vulnerabilities in V8 fixed at the tip of the 4.3 branch
(currently 4.3.61.21).
* debian/patches/display-scaling-report-hardware-info: removed, unnecessary.
* debian/patches/coordinate-space-map: removed, unnecessary.
* debian/patches/enable_vaapi_on_linux.diff: Temporarily disable patch until
ARM works.
* debian/chromium-browser.sh.in: Add –verbose to get logging info.
* debian/patches/{notifications-nicer,mir-support}: disable unnecessary
patches.
* debian/control, debian/chromium-browser.sh.in: Prompt nothing about
Flash plugin. Send Help clicks to Wiki instead.

ALTRI ARTICOLI SU ARGOMENTI SIMILI

Leggi anche:  Terminator è un ottimo programma per terminale, molto simile a Gnome-terminal, ma con più opzioni.
Precedente 3 aggiornamenti di sicurezza importanti per Xubuntu 15.04 “Vivid Vervet”: Linux Kernel, Interfaccia GTK+ e File System. Successivo Midnight Backup, ottimo tool per amministratori di sistema.

Un commento su “Chromium si aggiorna: ecco la nuova versione per Ubuntu.

  1. Susana il said:

    Possiamo aggiornare Chromium OS grazie ai repository forniti dal developer “ArnoldTheBats” per far tutto questo basta digitare Ctrl + Alt + F2 e inserire:

    username: chronos
    password: password

    una volta effettuato il login dovremo operare da root per farlo basta digitare:

    sudo -s

    e inseriamo come password: password e premiamo invio.

    A questo punto possiamo inserire i repository che ci consentiranno di aggiornare Chromium OS per farlo basta digitare:

    Per Chromium OS 32 bit (Cx86OS):

    update_engine_client –update –omaha_url=http://chromebld2.arnoldthebat.co.uk:8080/update

Lascia un commento