Get a site

Category Ubuntu Derivate

Ubuntu 17.10 “Artful Aardvark” e derivate ufficiali disponibili: ecco tutii i rilasci.

Ieri è stata rilasciata ufficialmente la nuova versione di Ubuntu 17.10 “Artful Aardvark”  con la solita precisione.

Gli sviluppatori di Ubuntu si sono anche concentrati su una funzionalità molto utilizzata dagli utenti più esperti: la possibilità di cambiare la finestra di lavoro corrente premendo Alt+Tab.

Ora il comportamento è simile a quello di Unity, con la possibilità di scorrere le finestre della stessa applicazione premendo Alt e il tasto sopra Tab. Inoltre è stata ritardata la comparsa del pannello quando si preme la combinazione di tasti, in modo che non compaia se l’utente li preme velocemente.

Tutte queste modifiche si applicano solo alla sessione di Ubuntu: se si installa la sessione di GNOME, si avrà l’esperienza predefinita.

ubuntu-17.10-aartful-aardvark-640x360

Il kernel scelto è Linux 4...

Linux Mint, bella, potente, facile da utilizzare grazie ai tool “proprietari”.

Linux Mint è una distribuzione GNU/Linux per personal computer. Si basa su Ubuntu e usa sia dei repository specifici, sia quelli di Ubuntu di Canonical Ltd.

La particolarità di Linux Mint restano, comunque, i tool mintInstall, mintUpdate, mintDesktop e mintAssistant, che permettono di gestire il sistema in modo rapido e semplice.

Come da sempre Mint aspetta a rilasciare le propie distribuzione un mese circa dopo l’uscita della versione ufficiale di Ubuntu.
Mentre il nucleo di Linux Mint è basato su Ubuntu, il design, alcune applicazioni ed in generale l’interfaccia utente, sono sviluppate direttamente dal team di Linux Mint: le differenze includono dei temi, codec multimediali, un menù personalizzato ispirato a quello di Windows Vista, una collezione di strumenti di sistema progettati pe...

Tutto il software per Xfce presente nei repository in Ubuntu 16.04 Xenial Xerus.

Xfce è un ambiente desktop per vari sistemi Unix-like (come GNU/Linux o FreeBSD) che richiede meno risorse dei più blasonati GNOME e KDE, risultando così un ottimo compromesso tra leggerezza e funzionalità.

Xfce è basato sul toolkit GTK+, ed è composto da numerose applicazioni:

alsa-base
ALSA driver configuration files

alsa-utils
Utilities for configuring and using ALSA

anacron
cron-like program that doesn’t go by time
also a virtual package provided by systemd-cron

xenial-xerus2

bc
GNU bc arbitrary precision calculator language

ca-certificates
Common CA certificates

dmz-cursor-theme
Style neutral, scalable cursor theme

doc-base
utilities to manage online documentation

fonts-dejavu-core
Vera font family derivate with additional characters

fonts-freefont-ttf
Freefont Serif, Sans and Mono Truetype ...

MeTV applicazione per guardare i servizi di televisione digitale.

MeTV è un’applicazione per guardare i servizi di televisione digitale che utilizzano lo standard DVB.

Funziona con card TV DVB-T e DVB-C che abbiano il supporto per il driver del kernel e utilizza xine video player.

MeTV legge i dati Electronic Program Guide (EPG) per utilizzare la funzione della programmazione delle registrazioni.

Download.

Apriamo il terminale e per prima cosa installiamo la la chiave d’autentificazione e i repository copiando quanto riportato sotto:

sudo add-apt-repository ppa:me-tv-development/ppa && sudo apt-get update

metv

Screenshots.

me-tvMe-TV-2

Me-TVMe-TV-1

Se ti è piaciuto l’articolo , iscriviti al feed cliccando sull’immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

rss-feed-ubuntu_linux-banner

Kalzium è un software libero che consente la visualizzazione della tavola periodica degli elementi.

Kalzium è un programma per la visualizzazione della tavola periodica degli elementi per l’ambiente desktop KDE.

Il programma contiene informazione sugli elementi chimici, incluso la massa, carica, foto, informazioni sulla scoperta, dati sulla chimica e sull’energia, e un modello dell’atomo. La tabella può essere configurata per mostrare la numerazione, la fase, e il colore degli elementi in vari modi.

È possibile colorare la tabella stessa in base a varie proprietà chimiche, ad esempio per blocchi o secondo la famiglia di ogni elemento, oppure colorando gli elementi con un gradiente di colore rosso a seconda di una proprietà come il punto di ebollizione o il raggio atomico...

Ubuntulandia: i 10 post più cliccati nel mese di Settembre 2015.

gnuplot-on-terminalGuida a Gnuplot programma per il disegno di funzioni matematiche in 2D e 3D: Introduzione.

Gnuplot è un programma applicativo per il disegno di funzioni e di dati nello spazio a due e tre dimensioni.

Il suo funzionamento avviene per mezzo di istruzioni impartite attraverso una riga di comando e in questo senso il suo utilizzo può risultare un po’ strano all’utilizzatore occasionale.

Gnuplot è disponibile su molti sistemi operativi differenti e per quanto riguarda GNU/Linux, si utilizza l’interfaccia grafica X.

Per la precisione, si deve impegnare una finestra di terminale, attraverso la quale impartire i comandi.

CONTINUA A LEGGERE

2.- Sintesi storica del software libero.

gnu_tux-1600x1200

Il software libero è software pubblicato con una licenza che permette a chiunque di utilizzarlo e che ne inc...

FreeDOS permette rivitalizzare vecchi computer con un sistema operativo molto leggero e dinamico.

FreeDOS (originariamente Free-DOS e PD-DOS) è un sistema operativo per computer IBM PC compatibili.

Scopo del progetto è anche la rivitalizzazione di vecchi computer che potrebbero ancora funzionare egregiamente con un sistema operativo molto leggero e dinamico, ma si adatta anche a Computer moderni in prevalenza con Computer aziendali ma lo possiamo trovare già preinstallato in alcuni Computer come HP.

Come membro della famiglia di sistemi DOS, fornisce principalmente accesso alle memorie di massa e ai loro filesystem tramite il kernel.

Implementa anche, in parte, un sistema di gestione della memoria, mentre non fornisce alcuna interfaccia grafica.
FreeDOS ha raggiunto la versione 1...

MenuetOS è un sistema operativo scritto completamente in linguaggio assembly.

MenuetOS (conosciuto anche come MeOS) è un sistema operativo scritto completamente in linguaggio assembly (FASM) da Ville Mikael Turjanmaa per computer con architetture x86 a 64 e 32 bit. Il kernel di MenuetOS include i driver video.

Lo sviluppo di MenuetOS si è focalizzato su di un’implementazione veloce, semplice ed efficiente.

Dispone di un desktop grafico, giochi, rete, e occupa solo lo spazio di un floppy disk da 1,44 MB. MenuetOS può essere utilizzato anche come piattaforma per la programmazione assembly.

MenuetOS

MenuetOS non è un sistema open source, ma è disponibile gratuitamente presso il sito ufficiale.

MenuetOS è stato originariamente creato per le architetture x86 a 32 bit e rilasciato sotto licenza GPL.

La versione 64-bit, spesso indicata come Menuet 64, può essere utilizzata p...

Kolibri OS è un progetto ambizioso che si presenta come il più piccolo sistema operativo dalle prestazioni estreme.

Kolibri OS è un progetto  ambizioso  che si presenta come il più piccolo sistema operativo dalle prestazioni estreme.

Scritto interamente in linguaggio assembly, KolibriOS è riuscito a infilare il multitasking, un desktop grafico, la rete TCP / IP, il supporto USB, la riproduzione di contenuti multimediali e molte altre caratteristiche su un disco floppy da 1,44 MB.

Davvero da non credere in effetti, praticamente lo si avvia in due secondi netti dal Floppy Disk, il menu è simile a quello di Windows e ci sono un sacco di programmi utility.

Questo KolibriOS è un sistema di cui si può tenere conto che può servire nel caso di emergenze o come sistema portatile.

kolibriOSlogo

Per provarlo su un pc senza lettore floppy, si può installare il floppy virtuale.

In realtà KolibriOS è una versione modifica...

Gli aggiornamenti proposti a continuazione fanno parte del bollettino di sicurezza settimanale rilasciato da Canonical.

Sappiamo tutti quanto sia importante mantenere aggiornato il proprio sistema operativo, ma è parimenti esperienza comune che spesso siano proprio gli aggiornamenti a introdurre nuovi bug.

Xubuntu segue delle linee guida ben precise per gestire questa situazione.

La chiave di volta dell’intero discorso è che, una volta rilasciata la release, gli aggiornamenti non si fanno affatto, a meno che non riguardino vulnerabilità di sicurezza o bug particolarmente significativi.

Addirittura, nell’ottica di stabilizzare la release, già durante le ultime fasi di sviluppo l’ingresso di nuovi pacchetti dei vari software è sottoposto ad un controllo particolarmente rigido (una fase nota agli sviluppatori come “Feature Freeze”, appunto).

Gli aggiornamenti proposti a continuazione fanno parte...