Get a site

Monthly Archives maggio 2015

Riflessioni sul Software Libero: Privilegi, Censure e Diritto d’Autore.

Riflessioni sul Software Libero: Privilegi, Censure e Diritto d’Autore.

I privilegi.

Lettori, se havete piacer di veder il sesto libro, non imprestate Questo a persona alcuna, ma chi lo vol fatte [= fate] lo compri, acciò possi cavar li dinari ho spesi ne la Charta e ne la stampa; e non vogliate che, per darvi piacer, riceva danno, perché così facendo vi prometto dar fora il libro sesto fin un anno, più dilettevole et maggior di questo.

Nicolò  teme di vendere meno copie se i lettori dovessero imprestare il libro e li esorta a non farlo.software libero e software proprietario

Preoccupazione lecita, ma come impedire il prestito? Non era possibile legalmente, quindi Nicolò cerca una complicità con il lettore:

se tu non impresti, io pubblico il sesto volume.

Lecita proposta di patto non formale, la ricerca di un recipro...

CONTINUA A LEGGERE

Riflessioni sul Software Libero: L’Età della Pietra (1940-1950).

Riflessioni sul Software Libero: L’Età della Pietra (1940-1950).

L’età della pietra (1940-1950).

Le macchine a valvole.

Si  ritiene che l’ENIAC sia stato il primo calcolatore moderno anche se  dei “calcolatori’, ovvero delle macchine in grado di eseguire calcoli matematici, esistevano già agli inizi degli anni ’40, ma esse erano  di tipo elettromeccanico o elettronico “analogico”.

Per esempio nel ’40 esisteva il Mark I, un calcolatore elettromeccanico con memoria su carta perforata, ma era  molto lento. I calcolatori analogici erano al contrario   veloci ma non erano precisi, il risultato era semplicemente una curva su un monitor, da misurare e interpretare, quindi non erano utilizzabili per calcoli dove la precisione era indispensabile.

Il tempo necessario per ottenere una moltip...

CONTINUA A LEGGERE

Riflessioni sul Software Libero: I Raccoglitori di Erbe e di Serpenti (una fiaba).

Riflessioni sul Software Libero: I Raccoglitori di Erbe e di Serpenti (una fiaba).

Premessa:

Ho fatto fatica a capire cosa volesse dire Free Software e la libertà di scambio di informazioni. Ho fatto ancora più fatica a spiegarlo agli altri. Così ho scritto questo racconto fiabesco che forse riuscirà a far capire a tutti di cosa si tratti.

Capitolo 1.

Mbu-Gatenka.

C’era una volta uno stregone molto potente e ricco, il più ricco al mondo, che si chiamava Mbu-Gatenka. Doveva la sua ricchezza alla vendita di una pozione magica. Si diceva che fosse miracolosa in molti casi di malattia e di affezioni e che comunque facesse star meglio anche chi stava già bene.open_source

Che fosse poi così miracolosa non era proprio sicuro, ma Mbu-Gatenka, astuto e senza scrupoli qual era, aveva preso l’abitudine d...

CONTINUA A LEGGERE

Scarica la derivata Ubuntu che preferisci.

Ubuntu è un sistema operativo diffuso ed è molto usato anche come punto di partenza per chi vuol creare il proprio sistema operativo.

Progetti derivati da Ubuntu comprendono ad esempio versioni specifiche per lingua o per hardware.

Qui sotto trovi le derivate ufficiali di Ubuntu, i nuovi rilasci, links per il download ed altro ancora.

Mentre Debian è “il sistema operativo universale”, orientato alla compatibilità, con una filosofia minimalista che lascia all’utente il dovere/piacere di installare i pacchetti che ritiene opportuni, Ubuntu vuole “avvicinarsi” ai sistemi operativi commerciali, come Windows o Mac OS, ovvero fornisce un sistema con scelte già fatte, un buon numero di pacchetti preinstallati e che funziona immediatamente “out of the box”...

CONTINUA A LEGGERE

Come gestire i repository in Ubuntu.

Come gestire i repository in Ubuntu.

I repository sono archivi web nei quali vengono raggruppati i pacchetti software installabili su Ubuntu. Questo rende l’installazione di nuovi programmi facile e sicura, dato che ogni pacchetto viene creato e controllato specificamente per Ubuntu.

I repository di Ubuntu sono organizzati in quattro componenti. Il CD di installazione di Ubuntu ne contiene solo una parte. Stabilita una connessione a internet, molti più software saranno disponibili.

Tecnicamente i repository vengono annotati sul file /etc/apt/sources.list. Sul medesimo file possono esserne aggiunti di supplementari, tuttavia in tal caso è comune che vengano aggiunti su appositi file all’interno della directory /etc/apt/sources.list.d.

In questa pagina viene spiegato come gestire tramite i...

CONTINUA A LEGGERE

Ubuntu e Debian, libertà e filosofia.

Ubuntu e Debian, libertà e filosofia.

Ubuntu e Debian sono strettamente correlate. Ubuntu è una derivata di Debian, una prestigiosa distribuzione apprezzata in molti ambiti per le sue qualità di sicurezza e stabilità.

Cos’è Debian.

Debian è “la roccia sulla quale è costruita Ubuntu”.

Debian è un progetto volontario di sviluppo di una distribuzione GNU/Linux. Nato più di venti anni fa, è cresciuto fino a coinvolgere oltre 1000 membri con lo status di sviluppatori ufficiali, più numerosi altri volontari e collaboratori. Il suo Archivio contiene più di 35.000 pacchetti, tra software e documentazione, esclusivamente composti da Software Libero.tux_ubuntu_vs_debian

Nota soprattutto per la sua estrema attenzione alla qualità e sicurezza della distribuzione, Debian ha conquistato nel tempo una reputazion...

CONTINUA A LEGGERE

Ubuntu MATE è un sistema operativo linux basato su Ubuntu e l’ambiente grafico MATE.

Ubuntu MATE è un sistema operativo linux basato su Ubuntu e l’ambiente grafico MATE.

Cos’è?

Ubuntu MATE è un sistema operativo linux basato su Ubuntu e l’ambiente grafico MATE.

MATE è un fork del progetto Gnome 2 e fornisce un ambiente desktop intuitivo ed interessante per gli utenti Linux. È l’ambiente desktop predefinito di Ubuntu Mate, divenuta derivata ufficiale di Ubuntu dalla versione 15.04. Di seguito sono spiegati i passaggi per la sua installazione.

Il nome deriva da una spezia, la yerba mate, una specie tipica del Sud America, spesso usata per la preparazione dell’omonima bevanda, usata a scopo cerimoniale.

Al fine di evitare conflitti con i pacchetti supportati da GNOME 3, si è provveduto a rinominare l’ambiente grafico, tutte le applicazioni ed i pacchetti software in comu...

CONTINUA A LEGGERE

Progetti derivati da Ubuntu.

Progetti derivati da Ubuntu.

Ubuntu è un sistema operativo diffuso ed è molto usato anche come punto di partenza per chi vuol creare il proprio sistema operativo. Progetti derivati da Ubuntu comprendono ad esempio versioni specifiche per lingua o per hardware. Qui sotto trovi le derivate ufficiali di Ubuntu.

Esistono, inoltre, anche molte derivate non ufficiali. Per un elenco completo fare riferimento alla pagina wiki del Derivatives Team (en).

Kubuntu

Kubuntu è la versione di Ubuntu basata sull’ambiente grafico KDE, un sistema intuitivo e gradevole, che offre una coinvolgente esperienza utente.

Un sistema operativo completo che include tutte le applicazioni di cui hai bisogno nell’uso quotidiano: inviare messaggi, navigare in internet, ascoltare musica, vedere video, scrivere document...

CONTINUA A LEGGERE

Ubuntu significa lealtà; sulle relazioni reciproche delle persone.

Ubuntu significa lealtà; sulle relazioni reciproche delle persone.

Ubuntu è un’etica o un’ideologia dell’Africa sub-Sahariana che si focalizza sulla lealtà e sulle relazioni reciproche delle persone.

« Una persona che viaggia attraverso il nostro paese e si ferma in un villaggio non ha bisogno di chiedere cibo o acqua: subito la gente le offre del cibo, la intrattiene. Ecco, questo è un aspetto di Ubuntu, ma ce ne sono altri. Ubuntu non significa non pensare a se stessi; significa piuttosto porsi la domanda: voglio aiutare la comunità che mi sta intorno a migliorare? »
(Nelson Mandela,

È un’espressione in lingua bantu che indica “benevolenza verso il prossimo”. È una regola di vita, basata sulla compassione, il rispetto dell’altro. Appellandosi all’ubuntu si è soliti dire Umuntu ...

CONTINUA A LEGGERE

Perchè scegliere Ubuntu e non Windows?

Perchè scegliere Ubuntu e non Windows?

Sono sempre di più gli utenti che scelgono di installare sul proprio computer Ubuntu, ormai da anni ritenuta la migliore distribuzione GNU/Linux, sostituendolo al secolare Windows: c’è chi, timoroso di lasciare il vecchio colosso informatico, decide di provarlo installandolo come programma; c’è invece chi preferisce installarlo in dual-boot assieme a Windows, in modo tale che, acceso il pc, potrà scegliere quale dei due sistemi operativi utilizzare: tutto ciò per valutare in prima persona se conviene lasciare Windows per il software targato Linux.

Ecco quindi a voi 10 semplici motivi per scegliere Ubuntu.

1.- Primo motivo, dunque, per scegliere Ubuntu anziubuntu_vs_windowsché Windows è dovuto dal costo.

E’ noto infatti che una copia autorizzata Windows costa m...

CONTINUA A LEGGERE